venerdì 18 dicembre 2009

Resoconto di un anno

Arrivati ormai alla fine di questo interminabile moto rivoluzionistico indicato come 2009 dalla cultura occidentale penso che si possa finalmente tirare le somme e ricordare che invertendo l'ordine degli addendi il risultato non cambia. Non è avvenuto nulla di particolarmente notevole tanto da darmi la possibilità di augurarmi un altro anno come questo, ovviamente si sono susseguiti eventi belli ed altri pessimi, com'è normale che sia durante l'esistenza di ognuno di noi.


Gennaio è cominciato all'insegna del sesso nel bagno di casa di una vecchia conoscenza, scoprendo così che le lavatrici non sono poi così comode per fare determinate cose, ma ben presto la situazione è cambiata e dopo un susseguirsi di litigi e discussioni sono arrivato alla conclusione che quella che allora era la mia ragazza era rimasta incinta. Questa notizia mi ha buttato giù e quindi fatto vivere un periodo pesantissimo sino a circa metà Febbraio, quando un aborto spontaneo mi ha salvato da un futuro crudele programmato da altri per motivi che ancora non concepisco. Di buono l'11 del secondo mese dell'anno ho preso la patente, cosa che non desideravo granché, ma che ora reputo indispensabile. Nel mese di Marzo, sempre la stessa persona, mi ha causato un grosso danno alla mia dolcissima Jordan ed ha lasciato a me la responsabilità di pagare 2600 euro di carrozziere, spesa che si è protatta sino al mese di Dicembre lasciandomi così senza un soldo in tasca per tutto l'anno.

Aprile e Maggio non mi pare abbian visto eventi particolari, così come Giugno in cui comunque non sono stato malaccio, il soliti alti e bassi di tutti i giorni... A Luglio la Ile mi ha annunciato formalmente che non avrebbe, come invece si era azzardata a promettere, fatto nulla per risarcirmi l'auto e che sarebbero stati solo fatti miei; il giorno dopo sono stato a casa sua, la sera, ed ho litigato con quell'idiota di sua mamma che mi ha anche messo le mani addosso cercando successivamente di fare la vittima dai Carabinieri che, comprendendo la situazione, l'hanno rispedita a casa a calci in culo...

Nei giorni successivi ho ripreso a girare alle Vignole, dove ho conosciuto Willy, il cugino del Tre, ed ho ritrovato i vecchi amici di S.Angelo; mi sono unito a loro trovandomi decisamente a mio agio ed insieme abbiamo anche creato questo blog; ho inoltre seguito fino a Settembre, con diversi amici, diverse date del Tour estivo dei Sud Sound System. In Agosto cinque giorni sono volati via per una stupenda permanenza ad Amsterdam dove ho potuto tra l'altro godere della miglior erba mai fumata... Al mio ritorno purtroppo mi sono trovato una convocazione alla questura di Pavia perché Antonietta Landolfo, la mamma della Ile, attraverso canali scorretti e perseguibili dalla legge è riuscita a denunciarmi relativamente ad avvenimenti inventati, oltre che immorali. Ciò mi ha caricato un sacco di tensione e rabbia, in fondo quella donna mi doveva al massimo dei ringraziamenti, ma non cose del genere. Nel frattempo la mia unghia incarnita peggiorava drasticamente ma io non potevo permettermi di stare a casa per farmi operare, il dolore era sempre fortissimo, spesso zoppicavo, non ero in grado nemmeno di tirare un calcio ad un pallone.

In Settembre ed Ottobre, nonostante il carico di stress elevatissimo a causa della mancanza di soldi, della denuncia e delle condizioni di lavoro sempre peggiori, ho passato fra le più belle serate possibili insieme alla Vignolscompa ed ho recuperato il mio bel pc. A Novembre tutto è tornato a peggiorare, oltre al lavoro ho perso (che comunque avrei continuato sino a fine 2009) anche una persona importante, un amico: Claudio Trentin. Pur sapendo che avrei sofferto mi aspettavo sinceramente di incassarla diversamente, eppure sono ancora qui a pensarci... È Dicembre, in ufficio va tutto male e per qualche motivo a me ignoto penso che in molti ce l'abbiano con me, è frustrante lavorare sapendo che fra qualche giorno sarò disoccupato, ma devo recuperare almeno gli ultimi spiccioli, mi sono allontanato un po' dalla compagnia e non ho ancora capito il motivo, passo quasi tutti i giorni al cimitero a far la figura dell'idiota che parla con una fotografia. Per la mancanza di soldi non mi sono nemmeno potuto distrarre seguendo il tour invernale dei Sud Sound System, sono quasi ogni giorno in casa e quasi sempre da solo, a riflettere su dei giorni da buttare e su una situazione che vorrei rimettere per bene in piedi.

Mi auguro che il 2010 vada meglio, per tutti, visto che il futuro ipotizzabile per l'Italia non è così reseo...

2 commenti:

Muu? ha detto...

"Misantropia", curala.
Non ho bisogno di dirti null'altro. ;)

Max ha detto...

Serene feste a te ed a chi ti è più caro, ciao.