domenica 27 luglio 2008

Perchè Epiphany è meglio di Firefox
Nella grande lotta ai browser che ha visto negli ultimi mesi una serie interminabile di scontri all'ultimo Acid Test sono pochi i nomi che spiccano: Firefox, Opera, Safari e, per chi ha voglia di ridere, Internet Explorer, che con il suo brillante 12/100 ha costretto Microsoft ad iniziare i lavori della versione 8 che comunque, se non ricordo male, non supera i 18/100.


Ma come ben sanno i piu informati questi risultati dipendono ben poco dal browser in sè, piuttosto dal motore di rendering che li manda avanti, quindi ecco far capolino due altri nomi che negli ultimi anni hanno iniziato a farsi sentire sempre piu: Webkit e Gecko. Il primo è ormai certamente piu diffuso e usato dalla maggior parte dei browser seri, risulta anche il piu performante, anche se i 100/100 continuano ad essere una leggenda tramandata di sviluppatore in sviluppatore da parte dei team di Safari e Opera (che però usa Presto, un motore d rendering proprietario). Gecko dal suo canto è sviluppato da un forte team che nel giro di pochi anni ha trasformarto un'utopia in realtà, ovvero ha reso un browser open source davvero in grado di competere con Internet Explorer non solo dal lato tecnico (credo che anche io ne sarei capace), ma anche dal lato del numero di utenza.

Capito questo dunque, per avere il browser che preferiamo con il motore di rendering che prediligiamo basterà smanettare un po' in compilazione ed il gioco risulterà nemmeno tanto complicato. La conseguenza è perciò una: la vera lotta tra browser si identificherà nelle features dei software, in ciò che offrono, nell'usabilità, nell'esperienza d'uso... Ed è su questo che mi sono concentrato ultimamente, tentando di fare un confronto fra Firefox ed Epiphany, i browser che ho installato sulla mia Gentoo, scoprendo che in fondo sottovalutavo il lavoro del team di GNOME...

Un primo sguardo: le risorse
Credo sia inutile stare a spiegare a fondo che la prima differenza visibile sta nel consumo di risorse, altissimo in Firefox 2.x su qualunque piattaforma e con qualunque DE. Diverso invece il discorso per Epiphany che ha comunque dalla sua parte il fatto di essere sviluppato direttamente nell'ambiente in cui verrà usato: GNOME; le risorse richieste dunque sono molto meno, l'integrazione è senza dubbio la migliore possibile (usando le gtk non potrebbe essere altrimenti) e viene anche rispettato perfettamente lo stile dello Gnomo che ha sempre offerto un'interfaccia minimale.


Configurazione e prima personalizzazione
Studiandone tasti ed opzioni si può facilmente notare quanto Firefox ne sia piu ricco, non andando però a togliere nulla ad Epiphany che offre tutte gli strumenti necessari ad una buona configurazione, pecca forse il fatto di non poter impostare eventuali eccezioni per i Cookie. Non è possibile trovare in Epiphany una scheda relativa alle impostazioni del proxy, venga sottolineato che succede ciò perchè il browser (come ogni software del DE) risponde alle indicazoni del tool per la configurazione proxy di Gnome, sicuramente una scelta discutibile ma che riguarda l'intero ambiente e non il browser in particolare. Non ci sono differenze degne di nota se non una gestione delle schede tramite menu in Epiphany che può risultare molto comoda anche se non essenziale nell'uso quotidiano; davvero carino l'effetto durante il trascinamento delle schede.

È inoltre facile notare come spesso in Firefox si va incontro a dei conflitti relativi agli shotkey, cosa che non succede affatto nel browser di casa GNOME. La gestione delle barre degli strumenti è diversa, maggior personalizzazione anche se meno accuratezza vengono offerte da Firefox.

Navigazione
Come detto qualche riga piu in alto, l'esperienza della navigazione è segnata piu che altro dal motore di rendering, in questa comparazione però risulta evidente che due browser con diverse caratteristiche siano in grado di offrire un'esperienza abbastanza diversificata nonostante basati entrambi sulla stessa versione di Gecko. Immagino che le prossime affermazioni risultino tali a causa di una gestione diversa da parte dei software sia delle risorse, sia degli output del motore di rendering.

La navigazione risulta infatti piu pulita e fluida in Epiphany piuttosto che in Firefox, anche se il caricamente delle pagine è leggermente piu lento. Lo scroll delle pagine è migliore, anche se non eccessivamente considerato che quello della versione 2.x di Firefox è molto buono; la resa grafica invece è nettamente migliore, piu definita e senza ridimensionamenti strani causati invece da Firefox che possono portare una visualizzazione meno accurata. Una probabile diversa gestione della cache riduce gli errori di visualizzazione sulla stessa pagina salvando quindi l'utente non esperto da eventuali problemi.

Lavorare in locale con Epiphany
Grande pregio di Epiphany è quello di aggiornare costantemente le pagine salvate in locale. In questo modo è possibile lo sviluppo di intere pagine web senza dover cliccare il tasto di aggiornamento della pagina ad ogni nuova modifica. Il browser svolge da solo questo compito visualizzando quindi la pagina sempre aggiornata. Qualunque Web developer apprezzerà di certo la chicca.


Grave (ma nemmeno tanto) mancanza in Epiphany
Nativamente questo browser nulla ha da invidiare agli altri. Firefox però gode di un'ottima chicca che chiunque conosce: la possibilità di installare estensioni. A mio avviso Epiphany non ha bisogno di questa caratteristica per elevare il proprio livello, basterebbe una gestione dei JavaScript simile a quella offerta da NoScript per Firefox. Continuo ad usare il browser di casa Mozilla solo grazie a questa estensione.

In conclusione
Pro e contro per entrambi i browser, per quanto mi riguarda preferisco Epiphany anche se ho già spiegato il motivo per cui uso prevalentemente Firefox. Provateli entrambi per poter giudicare, il browser di GNOME è un gran lavoro, perfetto per una normale navigazione, potente e leggero, molto buono per lo sviluppo e soprattutto completamente open source.

Un saluto a tutti

1 commento:

spillo ha detto...

mmmh! interessante, sai, anche io la penso così... zizizi, peccato non poter usare noscript su epiphany altrimenti abbandonerei firefox per l'uso quotidiano...

spero tu veda il mio commento, con tutti quelli che arrivano immagino ti possano sfuggire alcuni...

XD