venerdì 19 ottobre 2007

[Guida] Addio aMSN! Vabbè, arrivederci! (Alias installare Pidgin su Feisty)
Non fai in tempo a dire che per un po' lascerai il blog a riposo che subito arrivano parole da scrivere, già, perchè come preannunciato sono passato definitamente a Pidgin, abbandonando quasi completamente aMSN. Dico quasi perchè lascerò il launcher di tale applicazione in AWN, mi ci sono affezionato.


Proprio or ora poi mi giunge in mente un altro punto a favore per Pidgin: il colore viola che lo caratterizza si integra in maniera perfetta ed uniforme con tutto il resto del desktop, manco a farlo apposta!

Una cosa che amo di Linux è l'immensità di documentazione che si cela dietro ogni software, per un'applicazione importante come Pidgin, tra l'altro, è impensabile non trovarne. A dire il vero è stato piu difficile capire quale procedura fosse meglio seguire per un'installazione semplice, ma allo stesso tempo completa, che l'esecuzione dell'installazione stessa, sintetizzabile in due parole con un sudo make && make install. Esatto, al contrario di come sperassi nei repository di Feisty è presente solo Gaim, è possibile aggiungerne di utili per l'installazione di Pidgin, ma a quanto pare potrebbero dare problemi con architetture diverse da AMD64, quindi ho preferito la strada piu sicura, un ottimo compromesso fra apt ed installazione da sorgenti.

Mi spiego, ho soddisfatto l'enorme quantità di dipendenze grazie ad apt, dopodichè ho instllato Pidgin da sorgenti. Naturalmente ho prima disinstallato l'ormai vecchio Gaim lanciando un bel
sudo apt-get --purge remove gaim-data gaim
piu tardi se non sbaglio tornerò ad instllare il pacchetto Gaim, il motivo non lo so, ma da quanto ho capito serve per le dipendenze, non ho voglia di fare test oggi per vedere se è possibile evitarlo. Quindi, a tal proposito:
sudo apt-get build-dep gaim
mentre viene scaricato, installato e configurato tutto il necessario si può ingannare l'attesa iniziando a scaricare il pacchetto di sorgenti di Pidgin sul sito ufficiale.

Arrivati qui dovrebbe essere tutto molto, molto semplice... si inizia scompattando il tar.bz2, per poi compilare ed installare. Il ./configure dovrebbe andare direttamente a buon fine, questo l'elenco dei comandi da dare:
rm -r .gaim
tar -jxvf tar -jxvf pidgin-*.tar.bz2
cd pidgin-*
./configure
sudo make && make install

Molto importante per me è stata l'eliminazione della cartella .gaim, in modo da non avere la benchè minima traccia delle vecchie configurazioni dell'istant messenger, per voi non sarà indispensabile questo passaggio, io avevo un motivo ben preciso per farlo. Comunque, la compilazione sarà lunghina, normale, ma alla fine avrete il vostro Pidgin perfettamente funzionante, avviabile comodamente dal menu Applicazioni. Siete pronti per utilizzarlo, buon divertimento!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Un altro animale ti avrebbe rappresentato meglio! Ciao BO

la Je ha detto...

ma i piccioni non portano le malattie?
XD